Alessandra Panelli Teatro Ricerca Integrazione

   

    Home | chi siamo | la storia | attività | teatro sociale | spettacoli | partners | testi e video | news | links

 

 

 

 

 

 

 


Partners  
   

Andrea Canevaro

 

Professore Alma Mater

M-PED/03 DIDATTICA E PEDAGOGIA SPECIALE


http://www.unibo.it/docenti/andrea.canevaro

 

Curriculum Vitae

Andrea Canevaro (1939). Curriculum.

Professore ordinario di Pedagogia Speciale presso l'Ateneo di Bologna.

Laureato in Lettere e Filosofia, ha avuto una borsa di studio all'Université Lyon 2, seguendo gli studi del Prof. Claude Kohler, e occupadosi di infanzia con ritardo mentale.

Ha lavorato nel campo della devianza giovanile.

 

Nel 1973 ha avuto l'insegnamento di Pedagogia Speciale presso la Facoltà di Magistero, divenuta successivamente Facoltà di Scienze della Formazione, nell'Ateneo di Bologna. E' entrato a far parte del Dipartimento di Scienze dell'Educazione, presso l'Ateneo di Bologna.

 

Nel 1980 ha vinto il concorso come professore di prima fascia di Pedagogia speciale, ed è stato chiamato come straordinario presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Ateneo di Bologna. Successivamente è diventato professore ordinario presso lo stesso Ateneo.

Dal 1980 al 1983 è stato eletto Presidente del corso di laurea in Pedagogia.

Dal 1987 è stato nominato Direttore del Dipartimento di Scienze dell'Educazione dell'Ateneo di Bologna, ed ha sostenuto tale ruolo per due mandati, fino al 1996. In tale ruolo è stato rinominato nel 1999, per altri due mandati.

 

Dal 2002 è stato nominato delegato del Rettore dell'Ateneo di Bologna per gli studenti disabili.

E' nel collegio dei docenti del Dottorato di ricerca in Pedagogia con sede presso il Dipartimento di Scienze dell'Educazione dell'Ateneo di Bologna.

 

Fa parte di commissioni di valutazione di Dottorato presso l'Université Lyon 2.

Ha al suo attivo diverse missioni di cooperazione internazionali, nelle regioni balcaniche, nella regione africana dei Grandi Laghi, in Bielorussia e in Cambogia.

 

Ha un impegno di valutatore di progetti di ricerca per l'Université de Montréal (Canada) e di Lyon.

Coordina il gruppo tecnico-scientifico del progetto di tutela e reinserimento di minori con disabilità fisiche e psichiche e promozione di imprenditorialità sociale in Bosnia-Erzegovina.

E' componente – dal settembre 1006 - della Commissione Tecnico-scientifica dell'Osservatorio per l'integrazione dei disabili del Ministero della Pubblica Istruzione italiano.

2.

 

E' direttore di riviste e membro di comitati scientifici editoriali.

Tiene corsi di Pedagogia Speciale per la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Ateneo di Bologna, nelle sedi di Bologna e di Rimini.

 

Ha ottenuto negli anni accademici 2002/03, 2003/04, 2004/05, 2005/06 e 2006/07 l'insegnamento di Scienze pedagogiche e riabilitazione presso il Corso di laurea in Fisioterapia della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli studi di Bologna; e, negli anni accademici l'insegnamento di Tecniche di indagine delle Disabilità nel corso di Laurea Specialistica in Psicologia delle organizzazioni e dei servizi (sede di Cesena) 2004/05 e 2005/06. E l'insegnamento di Pedagogia Speciale presso la Facoltà di Psicologia dell'Ateneo di Bologna, sede di Cesena.

Pubblicazioni recenti.

Con D. IANES, a cura di, Buone prassi di integrazione scolastica. 20 realizzazioni efficaci, Erickson, Gardolo di Trento, 2001.

Bambini e bambine nel mondo, in AA.VV., Bambini che sopravvivono alla guerra, Erickson, Gardolo di Trento, 2001, pp. 11-39.

Per una didattica speciale dell'integrazione, in D. IANES, Didattica speciale per l'integrazione. Un insegnante sensibile alle differenze, Erickson, Gardolo di Trento, 2001, pp. 9-30.

L'integrazione in Italia e i suoi protagonisti, in S: NOCERA, Il diritto all'integrazione nella scuola dell'autonomia. Gli alunni in situazione di handicap nella normativa scolastica italiana, Erickson, Gardolo di Trento, 2001, pp. 209-225.

La valutazione e la nuova classificazione internazionale del funzionamento, della salute e della disabilità, in P. BRUNO LONGO, A. DAVOLI, P. SANDRI, a cura di, Osservare, valutare, orientare gli alunni in difficoltà, Pitagora Ed., Bologna, 2002, pp. 41-54.

Pedagogia e pedagogia speciale, in AA.VV., Laicità e scienze dell'educazione. Studi in onore di Remo Fornaca, Tirrenia Stampatori, Torino, 2002, pp. 230-241.

La logica dei numeri per ridurre l'handicap, in A. CONTARDI, B. PIOCHI, a cura di, Le difficoltà nell'apprendimento della matematica. Metodologia e pratica di insegnamento, Erickson, Gardolo di Trento, 2002, 83-97.

Con A. GAMBERINI, Esploro il mio corpo e l'ambiente. Giochi e attività per bambini dai due ai sette anni, Erickson, Gardolo di Trento, 2002, pp. 170.

Aiutarsi ad imparare, in M. ADINOLFI, P. FORGHIERI MANICARDI, Adolescenti tra scuola e famiglia. Verso un apprendimento condiviso, R. Cortina, Milano, 2002, pp. 119-138.

Con D. IANES, Diversabilità. Storie e dialoghi nell'anno europeo delle persone disabili, Erickson. Gardolo di Trento, 2003.

Note a proposito di Asperger, in H. ASPERGER, Bizzarri, isolati e intelligenti. Il primo approccio clinico e pedagogico ai bambini di Hans Asperger, a cura di F. NARDOCCI, Erickson, Gardolo di Trento, 2003, pp. 131-140.

Prefazione a CDH Bologna e CDH Modena, a cura di, Bambini, imparate a fare le cose difficili. Alunni disabili e integrazione scolastica di qualità, Erickson, Gardolo di Trento, 2003, pp. 11-18.

Aspetti pedagogici, psicologici e sociologici del modello italiano. Una premessa metodologica, in CDN- Consiglio Nazionale sulla Disabilità, Mainstreaming in Education: il modello italiano e le prospettive nei Paesi dell'Europa Meridionale, Atti del Seminario (Roma, 14/6/2002), Ed. Del Cerro, Tirrenia (Pisa), novembre 2003, pp. 43-76.

Prefazione. L'autonomia nell'appartenenza: per tutti o per nessuno, in A. CONTARDI, Verso l'autonomia. Percorsi educativi per ragazzi con disabilità intellettiva, Carocci, Roma, maggio 2004, pp. 11-24.

Con M. MANDATO, L'integrazione e la prospettiva “inclusiva”, Monolite Editrice, Roma, 2004, pp. 194.

Prefazione a L. CARRINO, Perle e pirati. Critica della cooperazione allo sviluppo e nuovo multilateralismo, Erickson, Gardolo di Trento, 2005, pp.11-24.

Con D. IANES, a cura di, Dalla parte dell'Educazione. Le voci di chi crede nel valore dell'Educazione tutti i giorni della vita, presentazione di R. PRODI, Erickson, Gardolo di Trento, 2005, pp. 289.

Le logiche del confine e del sentiero. Una pedagogia dell'inclusione (per tutti, disabili inclusi), Ed. Erickson., Gardolo di Trento, 2006, pp. 165.

 


 

 

Piersanti tiziana


Data di nascita 05/01/1955
Qualifica I Fascia
Amministrazione ASL DI RM/D
Incarico attuale Dirigente ASL I fascia - centro di salute mentale IV distretto
Numero telefonico
dell’ufficio 0656486461
Fax dell’ufficio 0656486472
E-mail istituzionale dsm.csmd4@aslromad.it

 

scarica il curriculum

 


 

LA COLLABORAZIONE ATTRAVERSO I TIROCINI

Diverse Abilità insieme al Centro di Salute Mentale del Laurentino dal 2010   collabora con L’Università di Roma La Sapienza e con L’Associazione Orma Fluens offrendo dei tirocini per i loro studenti del master universitario : TEATRO NEL SOCIALE E DRAMMATERAPIA, di cui è direttore didattico Michele Cavallo.   

Gli studenti hanno la possibilità di entrare a far parte del laboratorio teatrale, condotto da Alessandra Panelli, Anna Di Quirico, Sofia Diaz e Costanza Castracane in un ruolo attivo all’interno del gruppo di teatro integrato.  Questa parte del loro percorso di studio prevede, insieme alla parte didattica, la pratica del palcoscenico e il contatto diretto con le persone coinvolte nel lavoro artistico e terapeutico.

L'isola che non c'è


 

Copyright (c) 2011. All rights reserved.